N.Y.S. - TRASFERIMENTI IMBARCAZIONI YACHTS E NAVI DA DIPORTO - NAUTICAL ASSISTANCE  

PROFILI
Trasferimenti imbarcazioni, yachts e navi da diporto
N.Y.S., è il frutto di una lunga ed intensa vita spesa senza risparmio personale a lavorare in mare per il mare e con le navi in genere. Nasce nel 1998 da un idea del Comandante Stefano Napoli e trova subito un ampio consenso nella collaborazione creativa di alcuni colleghi di lavoro, improntando un rapporto collaborativo sulla professionalità, la lealtà e la reciproca stima. Condividiamo lo stesso amore per il mare, per le barche e le navi che ci vedono protagonisti giorno dopo giorno nel nostro lavoro, ed in virtù di questo legame, così intenso e schietto con il mare, che il nostro modo di vivere è  sempre stato ordinato da un  semplice ma alquanto espressivo principio, e come spesso noi diciamo:
 
TORNA ALLA HOME PAGE
PROFILI
SERVIZI DI TRASFERIMENTI E ASSISTENZA NAUTICA
PHOTOGALLERY
LINK UTILI
CONTATTI
METEO
 
123 “ LA NOSTRA NON E' UNA SCELTA DI VITA
BENSI' E' UNO STILE DI VITA ”
123

diverso da tanti ma ricco di piccole e brillanti emozioni, sfumature intense che ci fanno assaporare in pieno il piacere del nostro lavoro e del mare. Ecco perché ci pregiamo nell'essere chiamati con il titolo che più si addice ad un uomo di mare:

" NOI SIAMO MARINAI!"

Nel 2007 N.Y.S. approda in internet con questo sito(da prima con la sigla N&P) per il quale si propone con servizi mirati unicamente al settore della nautica da diporto. L'obbiettivo è quello di offrire agli Armatori, Brokers e all'industria cantieristica del settore un valido supporto di servizi ed integrazioni collaborative atte a semplificare le problematiche inerenti la gestione, l'organizzazione, l'armamento, la manodopera ed il governo di yachts ed imbarcazioni da diporto, mirando ad un espansione tecnico-operativa che non guarda solo al bacino Mediterraneo, ma oltre gli oceani e verso qualsiasi approdo del mondo. Le esperienze accumulate nel corso degli anni passati, gli elevati incarichi ricoperti e le responsabilità che da essi derivavano, hanno contribuito a forgiare un Team di professionisti altamente qualificato e competitivo, in grado di operare sia autonomamente che in gruppo, in qualsiasi circostanza e differenti condizioni ambientali dove l'esperienza e la professionalità, amalgamati con spirito di sacrifico, semplicità di adattamento e profonda passione costituiscono requisiti inderogabili.

 
STEFANO NAPOLIDati anagrafici:
• Nome e Cognome: Stefano NAPOLI
• Classe: 1962
• Luogo di nascita: Oliveri (Me)
• Nazionalità: Italiana
• Stato civile: Coniugato
E-mail: stefanonapoli@nostromoweb.com
Sito web:http://www.nostromoweb.com
Tel. : 335 6208401 – 331 2840720
Istruzione:
• Diploma di licenza medie superiore;
• Biennio in Ingegneria;
• Corso alle scuole Sottufficiali La Maddalena (SS);
• Corso “I.G.P” (Corso Superiore Professionale) scuole Sottufficiali La Maddalena (SS);
• Corso “P” di Perfezionamento scuole Sottufficiali Taranto;
• Corso di abilitazione alla guardia in plancia su Unità Navali Maggiori;
• Brevetto di Comando per Unità speciali adibite al rimorchio e Unità navali della M.M;
• Patente per Navi da diporto;
• Brevetto M.M. per la condotta di natanti e galleggianti ;
• Certificato RTF per Navi di stazza lorda fino a 150 Tonn.;
• Antincendio base e avanzato ( riconosciuto dalla Marina Mercantile con dispaccio n°4133156 in data 12/11/2007, ai sensi della convezione I.M.O. STCW/78);
• Corso Antifalla base e avanzato;
• Corso M.M.di primo soccorso;
• Elementary First Aid;
• Yachtmaster Ocean (ocean sailing school);
• Brevetto open water diver S.S.I;


Competenze tecniche e professionali:
• Ottima conoscenza degli elementi della navigazione, nautica, meteorologia, norme per evitare abbordi in mare, Codice Internazionale Segnali;
• Ottima capacità di manovra, di Comando e di Conduzione;
• Ottima conoscenza delle manovre Marinaresche, ormeggi in porti, darsene, alla fonda, con corpi morti, ormeggio all’andana, manovre varie di rimorchio e affiancamenti, manovre di forza in genere con cavi, bozzeli, paranchi ed attrezzature tecniche marinaresche;
• Ottima conduzione di mezzi minori, quali gommoni, scafi e ad idrogetto;
• Buona conoscenza degli apparati di propulsione ( ad elica convenzionale, idrogetto, Arneson Surface Driver)
• Buona conoscenza della strumentazione di plancia, organi di governo e propulsione;
• Praticità e competenza nell’uso di software di navigazione e gestione e controllo dati GPS;
• Ottimapraticità e competenza nel carteggio tradizionale, uso di documentazione nautica per la navigazione ed interpretazione dei segali, Fari, Fanali e radioservizi;

Esperienze professionali:
Anni di servizio: effettivo alla data attuale: 26
Anni di imbarco: effettivi alla data attuale: 23
Incarichi ricoperti: Coordinatore e responsabile di coperta, esperto di manovre e Comando;
- dal 1985 al 1996 Sottordine al Nostromo;
- dal 1997 al 2007 Nostromo;
- dal 2007 alla data odierna: Comandante di Unità Navale adibita al rimorchio;
Naviglio Militare:
- Navi ausiliare MTF (Comando di Guardia in Plancia)
- Yacht 30 Mt. Cantieri Picchiotti (espletando anche Comando di Guardia in Plancia)
- Corvette
- Dragamine
- Cacciamine (espletando anche Comando di Guardia in Plancia)
- Pattugliatori d’altura ( espletando anche Comando di Guardia in Plancia)
- Pattugliatori costieri (espletando anche Comando di Guardia in Plancia)
- Fregate
- Rimorchiatoti portuali (Comando)
- Rimorchiatori d’altura (espletando anche Comando di Guardia in Plancia)
Naviglio da diporto:
- Dellapasqua Dc18;
- Princess V58;
- Gianetti 58;
- Carnevali C30;
- Ilver 36;
- Ferretti 630;
Bacini di gravitazione:
- Mediterraneo: più volte anche in Comando di Guardia in plancia;
- Mar Rosso: più volte anche in Comando di Guardia in plancia;
- Mar Nero;
- Oceano Atlantico;
- Golfo Persico;
- Oceano Indiano;
Esperienze all’estero in Organiz. Multinazionale: dal 1996 al 1997 in Egitto penisola del Sinai;
Stretti e canali transitati:
- Stretto di Gibilterra;
- Stretto di Gubal ( Golfo di Suez), anche in comando di Guardia in plancia;
- Stretto di Tiran, Più volte anche in comando di Guardia in plancia;
- Stretto di Hormuz;
- Stretto dei Dardanelli ( Mar di Marmara);
- Stretto di Messina : più volte, anche in comando di guardia in plancia;
- Canale di Corinto;
- Canale di Suez: più volte, anche in Comando di Guardia in plancia;
- Canale di Sicilia: più volte impegnato in area operativa per controllo antimigrazione e vigilanza pesca dal 1997 al 2002 in Comando di Guardia in plancia

Competenze organizzative:
• Ottima capacità nella gestione del personale. Più volte durante i vari incarichi ricoperti ho assunto la gestione delle persone che dipendeva direttamente dalla mia componente organizzativa. Sia durante il periodo d’imbarco sulle navi, sia come Comandante di Unità navale rimorchiatrice;
• Buona capacità nella gestione delle scorte di bordo, della cambusa e dei materiali di impiego vario.
• Buona capacità nella gestione dei lavori di allestimento, ammodernamento ed armamento di imbarcazioni e navi soprattutto per la parte inerente al marinaresco;
• Buona conoscenza delle norme di sicurezza e antinfortunistiche di bordo;
• Buona capacità nella gestione e l’organizzazione dei lavori da effettuarsi a bordo, organizzazione dei lavori in funzione delle priorità dell’ efficienza e delle risorse.


Conoscenze informatiche:
• Pratico di apparecchiature, strumentazione e macchinari di bordo;
• Pratico in conoscenza ed uso di cartografia elettronica;
• Buon uso e conoscenza del Pc;
• Conoscenza e pratica di word/excel;
• Assemblaggio hardware e software;
• Buon uso di internet;
Lingue straniere:
• Francese (Scolastico)
• Inglese (Elementare)
• Spagnolo (Elementare)
Note Professionali : Molteplici sono le esperienze maturate in questi lunghi anni d’imbarco. Sicuramente le più indicative dal punto di vista professionale sono quelle concretizzate nel Canale di Sicilia. Qui oltre ad assolvere le mansioni di categoria, espletavo anche Comando di guardia in Plancia, svolgendo tutti quei compiti e doveri che prima erano derogati esclusivamente agli Ufficiali dello Stato Maggiore. Così durante il mio turno di guardia, eseguivo compiti di controllo della navigazione, del naviglio presente in zona, coordinavo operazioni d’appontaggio e decollo elicotteri ( sicuramente un esperienza unica fare decollare ed appontare un elicottero con Unità in navigazione) e supervisionavo sulla sicurezza della nave, oneri, cui un Ufficiale di Guardia in plancia deve scrupolosamente attenersi. Altre significative esperienze sono state tratte durante il mio tirocinio Comando per Unità minori e rimorchiatori portuali e d’altura. Il Transito del Canale di Suez, come titolare di Comando di Guardia in plancia. La consultazione con i Comandanti Piloti del Canale, la fonda ai Laghi Amari ed il transito nel golfo di Suez, che già mi vedeva veterano. Infatti, anni prima avevo ripercorso lo stesso tragitto in senso inverso maturando l’esperienza del Mar Rosso, anche qui in Comando di guardia in plancia, navigando tra lo stretto di Tiran e lo stretto di Gubal, ripercorrendo più volte la rotta tra Eilat ed il Golfo di Suez.
Il diporto è un ramo che sto abbracciando ultimamente, mettendo in pratica tutte l’esperienza e le conoscenze professionali apprese in tutti questi anni di onorato servizio. Esperienze significativi mi hanno portato a navigare, spesso con imbarcazioni delicate e particolari, la dove la maggior parte degli skipper avevano rinunciato all’impresa, vuoi per l’età avanzata dell’imbarcazione, per la mancanza di strumentazione elettronica (per cui mi avvalevo durante le traversate solo di strumenti  e metodologie convenzionali) o per la ridotta potenza propulsiva.

DEVELOPMENT & DESIGN BY AG